Hilary Swank e un compleanno da ricordare

(KIKA) — LOS ANGELES — "Stai attento alle cattive compagnie!" raccomandavano le nonne tanti anni fa. Naturalmente le nuove generazioni sono oppositive di default e non tengono in considerazione i vecchi adagi, né tantomeno le raccomandazioni delle nonne. E agendo di testa loro, rischiano di fare grossi errori, come Hilary Swank.

Hilary Swank

Eh, già: non basta aver vinto due volte l'Oscar (con Boys Don't Cry e Million Dollar Baby) per saper sempre come comportarsi e scegliere le compagnie da frequentare. E così, qualche mese fa, Hilary ha accettato un invito a una festa di compleanno: mica un party qualunque, bensì la colossale festa in onore del presidente ceceno Ramzan Kadyrov. Che non è proprio l'equivalente col colbacco di Barack Obama ma è considerato uno dei dittatori più sanguinari dei nostri anni, sospettato di aver fatto assassinare i suoi più temibili avversari politici. Insomma, non proprio l'amico buontempone che porteresti a casa. Se leggessi i giornali. O guardassi un notiziario una volta ogni tanto.

Cosa che Hilary Swank non sembra aver fatto; così, quando TMZ.com l'ha intervistata circa le sue frequentazioni, ha inizialmente dichiarato di aver fatto delle ricerche in merito al personaggio. Successivamente, ha licenziato il suo manager e diffuso un comunicato stampa in cui asseriva che "se avessi saputo con precisione di che tipo di evento si trattasse... non ci sarei mai andata".

Ma la questione non si è chiusa qui: il suo ufficio stampa, il 42West, non ha approvato il modo in cui la questione è stata gestita dall'attrice e ha deciso di non rappresentarla più.

Hilary Swank non è la prima star che si trova alla festa sbagliata con il dittatore sbagliato: anche Beyoncé ha cantato per Gheddafi. Quello che stupisce è la superficialità con cui ha scelto le frequentazioni e le giustificazioni addotte. Entrare nell'entourage di una diva di Hollywood è pressoché impossibile ai comuni e sconosciuti mortali. Invece la fama, comunque essa sia stata conquistata, è un viatico che ben più facilmente apre tutte le porte: senza guardare il nome scritto sul campanello.

Hilary Swank

Da non perdere su Celebrity