Il palcoscenico di Glee rischia di rimanere vuoto?


(KIKA) — LOS ANGELES — Glee è stato uno dei telefilm più fortunati delle ultime stagioni televisive, vuoi per l'ambientazione scolastica, vuoi per la presenza di canzoni famose, vuoi per la straordinaria normalità dei personaggi, ciascuno con un talento proprio ma anche con difetti che permettevano l'identificazione dei telespettatori con i protagonisti.

Lea Michele

La classe di Glee, che riuniva tutti gli esclusi permettendo loro di essere se stessi, orientamento sessuale compreso, è andata via via riempiendosi, ma dopo due stagioni sembra che molti dei personaggi siano pronti ad abbandonare la serie.

Ryan Murphy, creatore del telefilm, ha dichiarato che vuole che il telefilm sia il più realistico possibile, e siccome Rachel e Finn dovranno diplomarsi, anche gli attori che li interpretano, Lea Michele e Cory Monteith, lasceranno il Glee Club.

Cory Monteith

Murphy è stato molto chiaro in proposito: "Quello che io e il cast vogliamo non è uno show in cui i personaggi sono al liceo per otto anni!" Com'era successo nel telefilm degli anni '80 Saranno Famosi, antenato di Glee, con personaggi che restavano al liceo 7 o 8 anni, anche quelli molto bravi, come Doris Schwartz.

Prima ancora del diploma, però, a lasciare il Glee Club sarà Chord Overstreet, che interpreta Sam Evans. Nonostante l'ultima puntata della seconda stagione, appena conclusa, abbia mostrato il biondo Sam mano nella mano con Mercedes Jones, sembra proprio che la loro storia non debba proseguire al McKinley High, visto che Overstreet parteciperà d'ora in poi come guest star.

Chord Overstreet

I fan di Glee, però, non devono temere di restare senza I loro idoli:  Darren Criss e Harry Schum, che vestono rispettivamente i panni di Blaine e Mike, faranno parte del cast in maniera regolare e inoltre sul canale Oxygen va in onda un reality show, The Glee Project, il cui vincitore avrà un ruolo lungo sette puntate nel telefilm.

Da non perdere su Celebrity