Rihanna troppo sexy per Nivea. Basta spot pubblicitari

(KIKA) - LOS ANGELES - Rihanna ha più le attitudini della star "bella e dannata", piuttosto che della brava ragazza della porta accanto. Basti pensare all'estate scorsa, quando il suo parroco delle Barbados aveva affermato alla stampa che tutta la parrocchia stava pregando per la star, perché si redimesse dai suoi peccati e tornasse sulla retta via lontano dall'alcol e da una vita di eccessi.

Rihanna

Ora, di questa vita turbolenta, forse un po' meno di come l'ha descritta il parroco, se ne è accorto anche il nuovo manager di Nivea, noto marchio di cosmesi di cui Rihanna è stata testimonial lo scorso anno per festeggiare i cento anni della casa produttrice. "La campagna con Rihanna è stato un errore - ha dichiarato il nuovo arrivato Stefan Heidenreich - Non capisco come Nivea abbia potuto associare i propri valori a quelli di questa cantante".

Rihanna

E ancora: "Nivea è un'azienda che significa fiducia, famiglia, affidabilità e serietà", ha precisato dichiarando implicitamente che si tratta di valori ben diversi da quelli che identificano la cantante.

Un'opinione che ovviamente i suoi predecessori non condividevano, ai tempi: "Rihanna è un'icona della musica e del mondo digitale che ci aiuterà a portare i festeggiamenti per il nostro  anniversario a tutti i nostri clienti, ovunque essi siano". Al bar, in discoteca, …

I video di VEVO su Yahoo Celebrity

Da non perdere su Celebrity