Russell Brand: da Katy Perry volevo figli, non soldi

(KIKA) - LONDRA - Un uomo straordinariamente normale: così si presenta Russell Brand allo spettacolo radiofonico Sirius/XM, durante il quale ha parlato dell'argomento che lo ha reso famoso, per lo meno al grande pubblico internazionale: il matrimonio - ma soprattutto il divorzio - con Katy Perry.

Russell Brand e Katy Perryrussell-brand-katy-perry

"Per lei non ho che amore - ha esordito lo showman - è una creatura dolce, sensibile, una giovane donna di successo e siamo stati molto felici insieme". Molto, ma non troppo a lungo, visto che il matrimonio è durato appena un anno.

Svariate ipotesi sono state fatte circa le motivazioni che avrebbero portato alla rottura tra i due: qualcuno ipotizza che la colpa sia del maggior successo di lei, altri del poco tempo trascorso insieme.

Ma dalle dichiarazioni di Russell emergerebbe una nuova verità: "Eravamo sposati e io volevo dei figli da Katy. Mi sembra un desiderio normale, durante un matrimonio". Poiché figli non ci sono stati, è lecito pensare che invece Katy non avesse ancora alcun desiderio di maternità. Non così forte, almeno, quanto quello di stabilizzare la propria redditizia carriera di popstar. Il cui importo, tuttavia, all'attore britannico non interessa: "Quando abbiamo divorziato, non ho avuto un soldo da Katy. E nemmeno lo volevo! Ho un lavoro che mi assicura un certo benessere, perché mai avrei dovuto chiedere denaro a una donna che ho amato?" Un messaggio inequivocabile, che potrebbe essere sintetizzato in: "Da Katy volevo figli, non soldi!"

La dichiarazione di Brand getta una nuova luce sulle dinamiche familiari di Katy e dell'ex marito: ma quella che veniva da una famiglia fortemente tradizionalista e religiosa non era lei?

I video di VEVO su Yahoo Celebrity

Da non perdere su Celebrity