Anna Valle confessa: “infanzia difficile”

Anna ValleMiss Italia 1995, all'età di 20 anni, con le misure 86-62-88, Anna Valle è stata una di quelle Miss riuscite nell'impresa di crescere, maturare e fare strada, artisticamente parlando, dividendosi tra tv, cinema e teatro. Diventata attrice a tutti gli effetit, la Valle sposa Ulisse Lendaro e diventa madre della piccola Ginevra nel 2008.

Su omg! Rivelazione shock di Mara Venier

In questi ultimi anni l'abbiamo più e più volte ammirata in tv, dal boom di Commesse all'ottimo Atelier Fontana - Le sorelle della moda, tanto da rilanciarsi ora in prima serata sulla rete ammiraglia Rai con Questo nostro amore e Barabba, in cui andrà a vestire i panni della moglie di Ponzio Pilato. Intervistata dal settimanale Vero, l'ex Miss Italia ha però svelato verità fino ad oggi taciute, sulla sua infanzia, tutt'altro che semplice:

"Non sono cresciuta certo in un'isola felice. Da bambina avrei voluto che i miei non si separassero e non soffrissero. Anche per questo, da grande, per lungo tempo con gli uomini ero sempre piuttosto diffidente. È difficile che mi conceda al cento per cento a una persona. Ho imparato a farlo ora con mio marito e mia figlia". "Con mia figlia, invece, sono una mamma molto moderna, nell'accezione positiva di questo termine". "Non le parlo di religione, ma di Dio sì, e di tutto quello che ha a che fare con lui. Ginevra conosce la storia di Gesù, sa che è stato crocifisso e, anche attraverso questi esempi, sebbene sia ancora piccolissima, sa che anche nella vita esistono la sofferenza e le ingiustizie. Ma che, però, c'è anche un Dio: ecco, questo è un messaggio che io e mio marito le diamo".

L'esperienza 'mistica' con Barabba, d'altronde, è stata notevole per Anna, diretta da Roger Young e affiancata da un cast decisamente ricco e variegato:

"Con Cristina Capotondi, che ricopre il ruolo di Ester, e Filippo Nigro ci siamo confrontati molto. Per me è stata un'esperienza umana di straordinaria intensità. Davvero irripetibile. È stato un lavoro per tutti noi davvero importante. "C'era grandissimo entusiasmo, in tutto il cast e in ogni reparto, dal trucco al parrucco ai costumi, tutto era sempre pronto. C'era la consapevolezza e la gioia di realizzare un progetto davvero bello e importante. . Eravamo emozionati e, già quando siamo arrivati qualche giorno prima per fare le letture insieme con il regista, avevamo tanta voglia di cominciare. Si respirava nell'aria qualcosa di magico e di speciale. Mi sono ritrovata a riflettere, a rileggere il Vangelo, a interrogarmi sulla mia fede". "Io non sono una estremamente credente o che va in chiesa ogni domenica. Ho però un dialogo costante con un nostro Dio al quale mi rivolgo sempre, come fa la maggior della gente, nei momenti difficili della vita. È un dialogo personale e intimo, che rappresenta un mio modo di essere. Non posso dire di essere credente nel senso classico del termine, ma a mio modo sì".

All'auditel e allo spettatore medio italiano, ovviamente, il compito di 'giudicare' la nuova prova attoriale della Valle, miss, moglie e madre, ma dal passato tutt'altro che semplice.

Rihanna, gli stessi occhi dolci di quando era bambinaNuova puntata di com'era com'è, scopriamo insieme le foto ricordo dall'album d'infanzia di Rihanna

Da non perdere su Celebrity