George Michael risvegliato dal coma pensava di essere il “Re del mondo”

George Michael risvegliato dal coma pensava di essere il "Re del mondo"Da pochi giorni di nuovo in radio con il singolo White Light, lanciato da un video in cui 'recita' al fianco di Kate Moss, George Michael è tornato a parlare della brutta avventura clinica vissuta lo scorso dicembre, quando per colpa di una 'banale' polmonite rischiò seriamente di morire. Ricoverato d'urgenza a Vienna, l'ex leader degli Wham ha raccontato di essersi risvegliato dal coma con un accento diverso dal solito.

Un vero e proprio shock per i parenti più intimi e per lo stesso cantante, ritrovatosi a parlare con un accento del sud-ovest dell'Inghilterra. Una possibilità reale ed esistente in medicina, chiamata "sindrome dell'accento straniero", che porta il paziente a risvegliarsi con funzioni linguistiche differenti da quelle a cui era stato sempre abituato. "Giuro che è vero", ha confessato George all'emittente inglese Lbc, tanto da temere di non poter più tornare al proprio 'reale' accento, rifattosi vivo dopo 48 ore di panico.

Una volta riaperti gli occhi, il cantante si sarebbe sentito chiedere dai medici chi fosse, rispondendo "Il re del mondo?", con il più classico slang del West Country. Uscito dal coma, Michael avrebbe inoltre perso la memoria per 5 lunghe settimane, tanto dal dover reimparare persino a camminare. Un'esperienza pre-morte sconvolgente, che sembrerebbe aver 'cambiato' la quasi cinquantenne popstar, tanto da incidere un pezzo interamente dedicato all'argomento. White Light, per l'appunto, in radio da pochi giorni.

I video di VEVO su Yahoo Celebrity

Da non perdere su Celebrity